Partendo dalla città di Brescia è possibile percorrere un itinerario ciclabile protetto, che dal confine meridionale della Valle (Comuni di Concesio e Collebeato) segue il Fiume Mella fino al cuore della Valle Trompia oltre l'abitato di Marcheno, fino alla località Brozzo. Si tratta di oltre 20 Km di pista pianeggiante, lontana dal traffico veicolare ed immersa nel verde, arricchita da segnaletica direzionale e didattica: 114 cartelli ne indicano il percorso, mentre 24 pannelli didattico-turistici segnalano oltre 95 siti di interesse culturale e paesaggistico che si trovano a poche centinaia di metri dal percorso attrezzato.Tra le numerose risorse visitabili lungo il percorso vi sono musei, collezioni e sedi espositive valorizzate dal Sistema dei Beni Culturali ed Ambientali di Valle Trompia, tra cui Villa Glisenti a Villa Carcina, il Museo dei Magli di Sarezzo, il Museo delle Armi e della Tradizione Armiera di Gardone VT, il Museo Etnografico di Lodrino, Il Forno Fusorio di Tavernole, il Museo delle Miniere di Pezzaze


Con il progetto “La Valle del Gusto”, giunto quest’anno alla sua terza edizione, il GAL Gölem Valle Trompia e Colline Prealpi Bresciane ha creato una rete di produttori locali che offre prodotti di qualità, espressione di un territorio e delle sue tradizioni. E' possibile visitare Caseifici, Molini, Fattorie Didattiche e di Vendita Diretta, Artigiani del Pane e dei Dolci, Produttori di insaccati,  di Miele di Api e di Marmellate. Aggiornamenti alla Reception.


La Valle Trompia e Brescia sono legate, fin dall’antichità, all’ economia del ferro; l’attività siderurgica ha consentito un’ importante presenza artigianale e industriale diffusa su tutto il territorio. È evidente come una grande attività lavorativa, una lunga e diffusa memoria e un grande patrimonio di archeologia industriale siano al centro dell’offerta de La Via del Ferro, l’ itinerario che maggiormente caratterizza la proposta culturale e museale di questa zona della provincia. La Via del Ferro è un viaggio nel tempo e nello spazio, attraverso l’ evoluzione delle attività siderurgiche e le testimonianze che questo passato ha lasciato nel territorio..


San Filastrio in Tavernole,  la Cappella Sistina della Val Trompia, è un meraviglioso esempio di affreschi cinquecenteschi perfettamente conservati in un ambiente suggestivo e meditativo. Sono numerose le chiese rurali e i conventi che punteggiano la Val Trompia , non è difficile trovare online liste e descrizioni, ma quello che conta è sapere che questa Valle può offrire anche questi preziosi siti di storia e cultura.